Boys do ballet! Anche i maschi ballano

Boys do ballet! Anche i maschi ballano

Sfatiamo ogni pregiudizio e urliamo al mondo intero: i maschi ballano, eccome se ballano!

La danza classica ha bisogno di uomini che danzano, per un’infinita serie di motivi: come si farebbe, sennò, nei pas de deux? E chi interpreterebbe poi i ruoli maschili nei balletti di repertorio? Inoltre, chi si cimenterebbe nei ruoli femminili quali matrigne e sorellastre, solitamente ricoperti da uomini?

Se sei curioso di scoprire perché alcuni ruoli femminili vengano interpretati dagli uomini, dai un’occhiata qui.

Insomma, i maschi ballano e questa non è solo un’affermazione ma un dato di fatto. Nella storia della danza ci sono ampie prove di grandi ballerini che con le loro doti hanno rivoluzionato la storia della danza. Perciò, ve ne menzionerò alcuni. E sottolineo alcuni, perché la lista potrebbe davvero essere lunga. Quindi, andiamo in ordine cronologico…

Sergej Pavlovič Djagilev 

Sergej Pavlovic Djagilev (Russia 1872 – Venezia 1929), critico d’arte, è famoso soprattutto per aver aver fondato la compagnia dei Ballets Russes da cui hanno preso il via le carriere artistiche di molti ballerini (tra cui Balanchine), coreografi e compositori (tra cui Igor’ Stravinskij).

Djaghilev – direttore dei Ballets Russes
George Balanchine

Georgij Melitonovič Balančivadze, noto anche come George Balanchine (San Pietroburgo 1904 – New York 1983), è considerato uno dei più grandi ballerini e coreografi del ventesimo secolo ed è uno dei fondatori della tecnica del balletto classico negli Stati Uniti. Balanchine ha infatti elaborato una particolare tecnica conosciuta tutt’oggi come Metodo Balanchine e applicata all’ American Ballet School.

Balanchine – fondatore dell’omonimo metodo

La sua produzione coreografica è a dir poco immensa. Tra i pezzi più noti: Serenade e Jewels.

Rudolf Nureyev

Rudolf Nureyev (Russia 1938 – Parigi 1993), ballerino e coreografo, ha rivoluzionato il ruolo maschile nella danza. Ballò presso il teatro Kirov per poi fuggire dall’oppressivo regime sovietico, come molti, durante una tournèe in Europa. Chiese asilo politico in Francia e da lì la sua carriera decollò. Ci sarebbe veramente troppo da dire su Nureyev ed un umile articolo di blog non sarebbe abbastanza da rendergli giustizia. Quindi, non posso che far altro che consigliarvi la sua biografia o il film, Nureyev: the White Crow.

Rudolf Nureyev

Sua partner storica fu Margot Fonteyn, che potete apprezzare -nonostante la scarsa qualità del video- nel pas de deux de Il lago dei cigni.

Rudolf Nureyev e Margot Fonteyn ne Il lago dei cigni, passo a due – 3° atto
Michail Nikolaevič Baryšnikov 

Baryshnikov, nato a Riga – Lettonia – nel 1948, studiò danza classica nella prestigiosa Accademia Vaganova di Leningrado (attuale San Pietroburgo). All’età di 19 anni accedette alla compagnia del Balletto Kirov dove il suo talento venne ampiamente riconosciuto e apprezzato. Nonostante ciò decise di lasciare la Russia per approdare negli Stati Uniti dove, nel 1974 diviene primo ballerino dell’American Ballet Theatre di New York e nel 1980 ne è direttore artistico.

Baryshnikov

Vi propongo una della scene più famose in assoluto, tratta dal film “White Nights”, dove Baryshnikov si esibisce in 11 pirouettes. Guardare per credere.

White Nights – Baryshnikov – 11 pirouettes

I ballerini di oggi

E vi chiederete, come sono allora i ballerini maschi di oggi? Beh, sono fedeli figli dei loro sopracitati padri. Ambiscono a salti ancora più alti, a pirouettes ancora più complesse, ad una tecnica ancora più raffinata ed evoluta.

Eccovi quindi alcuni dei ballerini contemporanei, in tutta la loro eccezionale bravura e maestosità.

Daniil Simkin – Les Bourgeois – Vail International Dance Festival 2010

Figlio di ballerini, non studiò presso importanti accademie poiché venne educato all’arte della danza dalla madre, Olga Aleksandrova. Attualmente è primo ballerino presso lo Staats Ballett Berlin.

Sergei Polunin in ‘Take Me to Church’ – diretto da David LaChapelle

Dall’animo tormentato, Sergei Polunin è considerato uno dei più grandi ballerini del ventunesimo secolo. Attraverso questo video – uno dei più cliccati sul web – esprime tutta la sua potenza.

Ivan Vasiliev “Fiamme di Parigi” – Pestov Gala

Ex primo ballerino del Bolshoi e dell’American Ballet Theatre, attuale primo ballerino presso il Mikhailovsky Ballet di San Pietroburgo. Energico e abile, mostra nella coda di Fiamme di Parigi tutta la sua artisticità.

Derek Dunn e Jim Nowakowski – Pirouette Combination

Concludiamo con Derek Dunn (nel video sulla destra), giovanissimo primo ballerino del Boston Ballet. Pluripremiato allo Yagp e con un certo gusto per la tecnologia, si esibisce qui in una sequenza poco tradizionale… ma che lascia a bocca aperta!

Condividi l'articolo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.