Pettinature per ballerine

Pettinature per ballerine

Ebbene sì, nonostante lo chignon sia considerato la pettinatura per antonomasia della danza classica, non esiste solo quello. Scoprite nell’articolo quali altre acconciature vengono frequentemente utilizzate a lezione di danza!

Oggi parlerò in particolare di 3 pettinature per la danza classica: il french roll (chiamato anche “banana”), lo chignon (in inglese ballet bun) e l’halo bun (tradotto con “aureola”).

Claudia Dean, ex ballerina presso la Royal Ballet e attuale insegnante di danza, ci mostra in video queste 3 pettinature. Se non conoscente Claudia, andate a scoprire chi è nell’articolo dedicato ai migliori canali youtube sulla danza cliccando qui.

Claudia Dean – pettinature per ballerine

Andiamo con ordine.

French roll

Il french roll, anche chiamato in italiano “banana”, è una delle pettinature da ballerine più utilizzate in assoluto. Questo perché conferisce ancora più eleganza rispetto allo chignon, donando una sensazione di allungamento del collo.

Ci sono vari modi per fare il french roll e Claudia Dean vi mostra uno dei tanti [vedi min 0’50”]. Inizialmente può sembrare una capigliatura complessa ma con un po’ di pratica, vedrete che sembrerà facile! Il trucco sta nell’imparare ad avvolgere i capelli su stessi e lei mostra questo passaggio molto bene: girate i capelli attorno a due dita [min 1’15”] e poi sfilatele… et voilà, il gioco è fatto!

FUN FACT: in questo video Claudia ci svela che, quando andava alla Royal Ballet School di Londra, doveva farsi questa pettinatura tutti i giorni.

Nota: questa capigliatura si addice a chi ha i capelli medio lunghi.

Chignon o ballet bun

Lo chignon (in inglese chiamato ballet bun) lo conosciamo tutti. Certo. Ma anche qui ci sono mille modi per pettinarsi, in base alla lunghezza dei capelli, a quanto è folta la chioma, se sono lisci, ricci, crespi, elettrici e chi più ne ha più ne metta.

E’ interessante vedere come Claudia realizza lo chignon [min 3’32”]. Il suo metodo è particolarmente utile per chi ha molti capelli e li ha pure lunghi: una volta effettuata la coda, provate a dividere i capelli in due parti uguali e arrotolateli intorno alla coda una ciocca alla volta. In questo modo non vi troverete con uno “gnocco” sproporzionato sopra la testa ma sarete in grado di gestire al meglio la vostra folta chioma.

Al minuto 5’04”, Claudia mostra uno dei trucchi più utilizzati per ottenere uno chignon piatto: inizialmente fissa lo chignon con alcune forcine che poi toglie non appena indossa la retina. In questo modo può rimodellare i capelli – avvolti dalla retina – per dare una forma tondeggiante e appiattita. Successivamente procede rimettendo le forcine.

Halo bun

Concludiamo con la pettinatura halo bun, che potremmo tradurre con “aureola”. Questa [min 6’34”] è un po’ meno frequente ma comunque utilizzata per le normali lezioni di danza o per gli stage, oltre che per spettacoli e concorsi.

Iniziate facendo una coda bassa e dividete i capelli in due parti uguali. Fate due trecce e poi fissatele intorno alla testa con varie forcine, così da formare un’aureola.

Anche questa pettinatura, come il french roll, necessita di capelli medio lunghi così da permettere alle trecce di fare il giro completo del capo.

Insomma, cosa abbiamo imparato da queste pettinature?

Meglio avere i capelli lunghi, se volete fare danza… 😉



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *