Quando si indossano le scarpette da punta?

Quando si indossano le scarpette da punta?

Una delle domande più frequenti da parte delle mie allieve è: “quando metteremo le scarpette da punta?”.

Ed ogni volta, come se fosse la prima, io mi trovo spiazzata. Come si fa a rispondere a questa domanda? Ci sono troppe variabili da tenere in considerazione.

Andiamo ad analizzarle.

L’età

Non esiste un’età giusta per indossare le punte. Diciamo che prima degli 11-12 anni non si usano. Questo perché il vostro piede si starà ancora formando, sia a livello di crescita ossea che a livello tecnico, perciò forzarlo indossando delle scarpette di legno misto gesso, parrebbe affrettato.

Nelle accademie generalmente lo studio delle punte inizia prima poiché, anche se il piede non è ancora ben formato, il livello tecnico delle allieve consente loro di potersi approcciare allo studio delle punte già all’età di 8-9 anni. Con sequenze base, s’intende.

Infine, come dico sempre, siate critici e non fidatevi ciecamente del web, troverete di tutto! Girano sui social video di bambine che a 7 anni indossano le punte ed esegue 16 fouettés… mostruoso! (In senso negativo). Sconsiderati i suoi insegnanti e poverina lei! Ogni cosa a suo tempo. Lavorate con pazienza e determinazione ed anche il vostro momento arriverà.

Gli anni di studio

Da quanto tempo state studiando danza classica? E quante ora in settimana? Questo certamente influenza. Se siete dodicenni ma avete iniziato danza da un anno, scordatevi di mettere le punte! E con “anni di studio” si intendono gli anni trascorsi a studiare puramente danza classica. Perciò, se vi siete appena iscritte al corso o venite da 3 anni di danza moderna, mettevi l’animo in pace e tenetevi ai piedi le mezze punte ancora un po’.

La tecnica

Beh, certo, senza tecnica non si va da nessuna parte. Stiamo parlando di: relevé alto, caviglie flessibili e allo stesso tempo forti, core (addominali e bacino) “de coccio” e gambe scolpite. Ruolo importante giocano i polpacci ed i piedi arcuati. Non abbattetevi se non siete nate con il collo del piede stile Svetlana Zakharova, con la giusta determinazione e costanza potrete comunque migliorare moltissimo!

La preparazione alle punte necessita anni di studio quindi non siate frettolose e lavorate con precisione. Tutte le debolezze che avevate in mezza punta si moltiplicheranno una volta indossate le punte! Per questo motivo è necessario arrivare preparati e con una tecnica solida.

La testa

Ovvero l’intelligenza nell’affrontare le correzioni, la determinazione nel voler riuscire, la disciplina negli allenamenti, l’ascolto attento dei vostri insegnanti e delle loro preziose indicazioni, la perseveranza.

Insomma, tutte caratteristiche utilissime non solo nella preparazione alle punte ma nella danza in generale. E nella vita.

Punte (da sinistra): Grishko 2007, Gaynor Minden, Gaynor Minden

Come sapere se la propria tecnica è adeguata per indossare le punte?

Ecco qualche esercizio che potete fare come “test” per valutare se siete pronte:

  • sedetevi sul pavimento con le gambe dritte davanti a voi in 6° posizione: le dita dei vostri piedi, stendendosi, devono andare il più possibile verso il pavimento. E perché no, toccarlo!
  • equilibri sulla mezza punta: posizionatevi in relevé, sia in centro che alla sbarra, l’equilibrio deve essere perfetto!
  • equilibri in retirés (o passés): preparatevi alla sbarra e poi rimanete in equilibrio per 5 secondi
  • posizionatevi in centro in 6° posizione, sollevate una gamba in posizione di retiré en dedans e rimanete in equilibrio per 1 minuto con gli occhi chiusi

Curiosità

Gli uomini usano le punte?

Tendenzialmente no. Fatta eccezione per alcuni ruoli en travesti, ovvero quando l’uomo ricopre un ruolo femminile, come ad esempio le sorellastre in alcune versioni di Cenerentola o la compagnia Les Ballets Trockadero di Monte Carlo.

Esistono le punte colorate?

Sì! Vengono usate talvolta per esigenze coreografiche.

Siete super emozionate per aver ricevuto il vostro primo paio di punte e volete usarle anche a casa. Potete farlo?

No.

Non per smontare l’entusiasmo, anzi! Il problema è che un principiante sa appena come si allacciano le punte, figuriamoci come salirci! Meglio farlo in presenza della vostra insegnante e su una pavimentazione adatta.

Tornando al dilemma iniziale, “quando si mettono allora le scarpette da punta?”.

Per me c’è solo una risposta valida, ovvero: quando sarete pronte!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *